Come aprire un negozio Dottor Ink in franchising

Questa interessante guida sarà molto utile per tutti coloro che hanno intenzione di avviare un’attività imprenditoriale attraverso l’apertura di un negozio Dottor Ink in franchising. Conosceremo meglio l’azienda, i punti di forza e quali requisiti richiede per affiliarsi oltre anche ovviamente ai costi da sostenere per iniziare a lavorare.

Col passare del tempo sono sempre di più le persone che decidono di mettersi in proprio, investire parte dei risparmi per aprire un’attività remunerativa. Gran parte degli imprenditori decidono di affidarsi al franchising soluzione ottima soprattutto per chi è inesperto ed ha bisogno di una guida a 360 gradi.

Oggi conosceremo in particolare la nota azienda Dottor Ink specializzata nella rigenerazione di cartucce inkjet e toner originali OEM oltre che alla vendita di una vasta gamma di prodotti originali e compatibili per la stampa e per l’ufficio. Dottor Ink è senza dubbio il marchio leader in Italia nel settore tanto che ad oggi ci sono più di 60 punti vendita diretti e più di 100 indiretti.

Dottor Ink in franchising

Dottor Ink in franchising: punti di forza e requisiti

Aumentano in modo esponenziale quotidianamente gli uffici, studi professionali e non o clienti privati che acquistano cartucce e toner certificate Dottor Ink sia per una questione di risparmio ma soprattutto per avere un punto di riferimento e un’assistenza costante nel tempo.

Avviare un’attività aprendo un negozio Dottor Ink in franchising vuol dire affidarsi ad una formula già collaudata “investimento contenuto – guadagno assicurato”, infatti l’azienda offre formule vincenti che non impongono agli affiliati eccessivi vincoli e altre invece molto remunerative.

Per affiliarsi a Dottor Ink bisogna soddisfare determinati requisiti richiesti dall’azienda come ad esempio la scelta del locale che può essere di proprietà o in affitto l’importante è che abbia una superficie media di 25mq e che sia ubicato in centro città o meglio in un centro commerciale.

Dottor Ink in franchising: costi e come candidarsi

Per entrare a far parte della famiglia di Dottor Ink attraverso l’apertura di un punto vendita, l’affiliato dovrà sostenere comunque un impegno finanziario. Oggi approfittando dei vantaggiosi incentivi offerti dall’azienda si può aprire un negozio Dottor Ink con soli 5.000 euro più iva invece di 19.900 euro più iva. Inoltre è prevista una royalty fissa di 149 euro più iva mentre nessuna royalty è prevista sul fatturato.

Per quanto riguarda il valore della merce, consegnata in tempi rapidi, sarà concordata con l’affiliato durante il periodo di formazione e va mediamente sui 3.000 euro pagabili all’ordine o alla ricezione del materiale.

L’affiliato ideale secondo Dottor Ink è una persona determinata, motivata e che crede fortemente nel progetto infatti non sono accettate domande di persone scariche o che mostrano anche un parziale disinteresse. Per avere informazioni più dettagliate sul mondo Dottor Ink basta andare sul sito ufficiale dell’azienda e cliccare nella sezione dedicata al franchising per poter cosi presentare la domanda di affiliazione.

Sottoscrivi
Notifica
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Send this to a friend