Bonus Idrico 2021, come richiederlo e requisiti

Con la Legge di Bilancio 2021 è stato previsto un contributo di 1000€ per la sostituzione di sanitari e rubinetteria, andiamo a scoprire come funziona il Bonus Idrico 2021 e chi ne ha diritto.

Bonus Idrico 2021: che cos’è?

Il Bonus Idrico 2021, conosciuto anche come Bonus rubinetti, è un contributo economico ideato per premiare le famiglie che hanno intenzione di provvedere alla riqualificazione energetica dei servizi igienici della propria abitazione attraverso la sostituzione dei vecchi rubinetti, sanitari o docce che apportano un risparmio nel consumo dell’acqua.

Questa misura è inserita all’interno della Legge di Bilancio 2021 ed è regolata dai commi dal 61 al 65 dell’articolo 1 e per la sua attuazione è previsto uno stanziamento di 15-20 milioni di euro.

Secondo quanto contenuto nel comma 62 dell’articolo uno della Legge di Bilancio il Bonus è concesso alle persone fisiche che risiedono in Italia ed ha un importo massimo di 1000€ per ogni beneficiario. La data ultima per poterlo utilizzare è il 31 dicembre 2021.

Bonus Idrico 2021

Si tratta di una misura molto importante per la salvaguardia dell’ambiente ed il risparmio delle risorse idriche, sostituendo infatti i propri sanitari è possibile evitare un notevole spreco d’acqua per ogni famiglia.

Bonus Idrico 2021: come richiederlo e requisiti

Come detto il Bonus Idrico 2021 andrà a premiare tutte quelle famiglie che nel 2021 decideranno di sostituire rubinetti e vasi sanitari con modelli più nuovi, con lo scopo di apportare un risparmio sul consumo d’acqua. Il contributo economico erogabile corrisponde a 1000€ a famiglia, tetto massimo di spesa riconosciuto.

Questa dotazione sarà inserita nell’apposito fondo chiamato “Fondo per il risparmio di risorse idriche” e il bonus sarà erogato fino ad esaurimento delle risorse economiche disponibili. Per quanto riguarda le modalità ed i termini di ottenimento essi saranno stabiliti con un decreto del Ministero dell’Ambiente che dovrà essere emanato entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, cioè il 1 gennaio 2021.

Le uniche limitazioni per quanto riguarda l’utilizzo del Bonus Idrico 2021 sono le seguenti:

  • Fornitura e posa in opera di vasi sanitari fino ad un volume massimo di scarico pari a 6 litri.
  • Fornitura ed installazione di rubinetteria inferiore a 6 litri d’acqua al minuto.
  • Fornitura ed installazione di soffioni della doccia con potenza massima fino a 9 litri di acqua al minuto.

Secondo quanto stabilito dal comma 64 della Legge di Bilancio il Bonus Idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fine del computo del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente.

Sottoscrivi
Notifica
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Send this to a friend